Sempre più in alto, Con i piedi per terra
Sempre più in alto, Con i piedi per terra

Pizzo Badile Camuno 19.Settembre.2020

Condivisi:

Mappa

Descrizione

Il Pizzo Badile Camuno si presenta come una sorta di sentinella di calcare su un basamento di Tonalite,posta all’estremità sud-occidentale del Gruppo dell’Adamello e,allo stesso tempo,a guardia della Val Camonica.Costantemente visibile dalla valle,guardandolo da Sud sembra quasi una piramide,mentre,avvicinandolo da Ovest o Nord,mostra chiaramente la forma dalla quale deriva il nome,similmente al ben più noto fratello della Val Masino.
PERCORSO STRADALE
Seguire la strada della Val Camonica fino quasi a Capo di Ponte e seguire,all’altezza di Breno,le indicazioni per Cimbergo.Raggiunto il paese,attraversarlo e seguire le indicazioni per il Volano.Una strada piuttosto sconnessa,a tratti sterrata,a tratti con resti di asfalto,porta,con punti di buona pendenza, ad una serie di slarghi in cui è possibile posteggiare le auto a circa 1250mt. Automobili 4×4 possono proseguire fino al rifugio De Marie,risparmiando così circa 150-200mt di dislivello e dai 20 ai 30 minuti di marcia.
AVVICINAMENTO
Dal parcheggio,seguendo la carrozzabile, in una ventina di minuti si raggiunge la stupenda conca del Volano,dove si trova l’ottimo rifugio De Marie -1420mt- .Al rifugio,evidenti tabelle indicano la direzione da seguire per il Pizzo Badile Camuno,per la cui cima viene data una percorrenza di 2.45h,un po’ ottimistica per l’escursionista medio.Dal rifugio,seguendo le segnalazioni bianco-rosse,ci si dirige in direzione dell’evidente mole del Pizzo Badile Camuno, entrando ben presto nel bosco e trovando un sentiero che aumento via via di pendenza.Dopo aver traversato e riattraversato un torrentello,il sentiero,immerso nella vegetazione,diventa molto ripido ed aspro,con la presenza di numerosi massi levigati che contribuiscono a rendere la traccia ancor più scivolosa.Dopo circa tre quarti d’ora si incontra una prima lastronata di rocce, abbastanza abbattuta ,che può essere superata si alzandosi prima sulla sinistra e poi traversando a destra che, più direttamente, salendo in linea retta, sfruttando evidenti fessuroni e cornici, con difficoltà di I° grado.Dopo questa lastronata, il sentiero continua sempre ripido e presenta altri tratti con roccette e svariati passaggi scivolosi su terriccio abbastanza esposti, per superare i quali risultano provvidenziali alcune radici di mugo.Si arriva così ad un sentiero che traversa in quota fino alla base di una seconda lastronata ,attrezzata con una catena poco invitante, lunga una trentina di metri ,appoggiata ma friabile e con appoggi non sempre netti.Superato questo ostacolo,il sentiero si porta su una crestina e subito dopo ci si affaccia sul versante camuno,salendo fino ad una sella, attraverso la quale,con una traversata quasi in piano, si giunge ad un forcellino presso il quale si notano i ruderi di quello che fu un bivacco molto spartano .Questo punto indica l’inizio della Fasa,una sorta di cengia che cinge la cuspide terminale del Pizzo Badile Camuno a circa 2200 metri di quota .Seguendo la cengia -passi esposti anche se facili,attenzione- si arriva ben presto all’attacco della ferrata in circa 2.30-3.00 ore dalla partenza .
LA FERRATA
La ferrata segue l’evidente depressione al di sotto della cima e supera un dislivello di circa 200 mt. Le attrezzature sono composte dal solo cavo d’acciaio,ma va fatto notare che al momento della redazione -agosto 2009- parecchi ancoraggi risultavano divelti o malconci.Si sale dapprima in direzione sinistra-destra, senza particolari difficoltà, per poi affrontare un paio di saltini e,dopo una piccola serpentina destra-sinistra-destra ,si arriva a salire un tratto un po’ meno appoggiato e più divertente, avvicinandosi alla fine del tratto attrezzato.Dopo un breve traverso innocuo verso destra ,si passa per alcuni saltini appena più impegnativi (max II° grado UIAA): una piccola fessura da superare verso sinistra ,un saltino quasi verticale diritto e,per finire, un altro salto quasi verticale leggermente verso destra adducono all’ultimo tratto di cavo che segna al fine della ferrata .Dal punto in cui termine il cavo e la ferrata si esaurisce, si segue verso sinistra la cresta ,abbastanza ampia,fino alla Madonnina immediatamente prima della vetta vera e propria del Pizzo Badile Camuno a 2435mt,dopo 3.00-3.30h dalla partenza.
DISCESA
La discesa avviene per il medesimo itinerario,prestando molta attenzione,oltre alla ferrata,alla cengia -Fasa-,alla discesa della lastronata attrezzata con la catena,ad un paio di traversi esposti su terriccio e radici e,da ultimo,alla lastronata da ripassare o in traversata o arrampicando in discesa,ma con adeguata prudenza.
CONSIDERAZIONI
Per quanto la via ferrata,in sé,sia da considerarsi mediamente difficile e senza punti di particolare impegno dal punta di vista meramente tecnico,l’escursione risulta essere,invece, piuttosto faticosa,con un dislivello totale di circa 1200 metri e con numerosi punti privi di attrezzature (a parte alcune vecchie staffe) su un sentiero con svariati tratti estremamente scivolosi,salti di roccia,traversi con terriccio e radici e,costantemente,con notevole pendenza. Consigliatissimo per la sua bellezza agli escursionisti esperti e con una buona forma,non ce la sentiamo di consigliarla ai principianti o a persone prive di condizione fisica adatta.Favoloso, invece,l’incontro tra il basamento di granito e la cuspide calcarea del Pizzo Badile Camuno come, più in generale,la flora che si incontra durante tutta l’escursione,un motivo in più per invitare chi,avendone la capacità volesse passare una bella giornata in un ambiente meraviglioso e mai troppo frequentato.

Riepilogo

Data Escursione:19.Settembre.2020
Componenti:Armando, Federica, Mario L, Elisio
Luogo di Partenza:Pumenengo Ore 6,30
Località di Arrivo:Cimbergo( Volano ) Ore 8,45
Durata Escursione:Ore 9,00
Durata Salita:Ore 4,00
Distanza Percorso:Km 12
Quota Partenza:1250 mt
Quota Arrivo:2435 mt
Dislivello Effettivo:1200 mt
Sentieri Cai:108
Difficoltà:Escursionisti Esperti
Atrezzatura:Set da Ferrata
Tipo di Attività:Escursione con Ferrata
Punti di Appoggio:Rifugio De Marie
Condizioni Meteo:Nuvoloso Variabile

Galleria

 887 total views,  2 views today

Condivisi:
Enable Notifications    OK No thanks