Sempre più in alto, Con i piedi per terra
Sempre più in alto, Con i piedi per terra

Valgoglio, Val Sanguigno e Giro Dei 5 Laghi 17.Giugno.2019

Condivisi:

Mappa

Cartina Percorso – Val Goglio

Descrizione

Lasciata l’automobile nel minuscolo parcheggio in prossimità del ristoro “I 5 Laghi”, si imbocca il sentiero n° 228 che, immergendosi quasi immediatamente in un fitto bosco, costeggia e interseca in alcuni tratti una condotta forzata proveniente dai sovrastanti Lago Resentino e Lago Nero.
Giunti a quota di circa 1550 metri il sentiero, diventato una carrozzabile per congiunzione con il sentiero n° 268, abbandona definitivamente il bosco e si addentra in un’ampia vallata che, per mezzo di ripidi tornanti, ci porta alla deviazione per “i 5 Laghi”.
L’esigua traccia si distende inizialmente in una zona pressoché erbosa e con bassi arbusti di rododendro per poi districarsi quasi in maniera decisa su terreno ghiaioso e roccioso con stretti e ripidi tornanti.
Giunti in cima al versante, il sentiero concede una tregua facendosi quasi pianeggiante fino alle abitazioni dei custodi dell’Enel a quota 1793 metri.
Lo si costeggia, e ci si porta in direzione dell’imponente diga di contenimento del Lago Sucotto a quota 1854 metri.

Scavalcata la diga, il sentiero costeggia il lago per un breve tratto per poi abbandonarlo e per districarsi ancora per un breve tratto in un ambiente roccioso.
Ancora pochi tornanti ed un tratto pianeggiante e giungiamo in vista della diga di contenimento del Lago Cernello a quota 1958 metri e poi dell’omonimo Rifugio Baita Cernello a quota 1954 metri .
Dopo una meritata pausa per dissetarsi e per riprendere le forze, si lascia alla nostra destra la deviazione per l’ascesa al Monte Madonnino e si attraversa la diga del Lago Cernello con segnavia n 229, in direzione di uno stretto vallone, dapprima su sfasciumi detritici poi, dopo aver superato una suggestiva scala scavata nella roccia ed attrezzata con funi metalliche, su uno stretto ma agile tracciato sterrato fino all’estremità meridionale del Lago Campelli basso (2035 metri).
Il sentiero a questo punto passa sulla destra orografica del lago costeggiandolo in tutta la sua lunghezza e, zigzagando successivamente su di un breve pendio, si guadagna un ottimo punto panoramico, già in prossimità del Lago Campelli alto a quota 2046 metri (alla nostra destra), ed il Lago Nero poco lontano alla nostra sinistra (2008 metri).
Le dimensioni di questi laghi sono di gran lunga superiori al Campelli basso, uno dei pochi laghi naturali orobici sprovvisto di sbarramento artificiale (altro esempio il Lago Branchino).
Costeggiando il Lago Campelli alto è possibile ammirare in tutta la sua possenza il massiccio del Monte Cabianca con i suoi 2601 metri di altitudine.
Lasciatolo alle spalle, proseguiamo in direzione del Lago Nero che raggiungiamo facilmente su agile sentiero; si costeggia la sua parte settentrionale, si scavalca un dosso roccioso grazie ad una serie di gradini artificiali fino a portarsi all’imbocco di un piccolo canyon che ci condurrà in circa dieci minuti alla diga di contenimento del Lago d’Aviasco (2070 metri), nostra prossima meta.
Una volta attraversata e guadagnata la sponda destra orografica del lago, ci possiamo godere oltre all’azzurro intenso delle sue acque, anche l’ampio panorama che ci si presenta: a destra il Monte Cabianca ed il Monte dei Frati (2502 metri), di fronte a noi il Monte Aviasco (2409 metri) con l’omonimo passo (2289 metri) e per finire, sulla nostra sinistra, il Monte Pradella (2626 metri).
Per il ritorno, prendiamo il sentiero n 267, che dal Lago Nero, scende in Val Sangugno passando dal rifugio Gianpace e seguendo il torrente Goglio in circa ore 4 ci porta alla Frazione Bortolotti da dove siamo partiti

Riepilogo

Data Escursione:17.Giugno.2019
Componenti:Armando,Nicolò,Angelo

Data Escursione: 17.06.2019
Componenti: Armando,Nicolò,Angelo
Luogo Partenza: Pumenengo ore 6,30
Luogo Arrivo: Valgoglio (Bortolotti) ore 8,00
Durata Escursione: ore 8,30
Durata Salita:
Distanza Percorso:
Quota Partenza: 1100 mt
Quota Arrivo: 2070
Sentieri CAI: 228, 229, 267, 268
Difficoltà:
Attrezzatura:
Tipo di Attività: Escursione
Punti di Appoggio: Baita Cernello, Rifugio Gianpace
Condizioni Meteo: Variabile
Note:

Galleria

 765 total views,  6 views today

Condivisi:
Enable Notifications    OK No thanks